Menu

> Vicini alla scuola > "Vicini alla scuola" di Dario Missaglia

Vicini alla scuola

06 Maggio 2020

"Vicini alla scuola" di Dario Missaglia

Vicini alla scuola che non chiude, che non rinuncia al rapporto con i bambini, i giovani, le famiglie.

Vicini a quanti (insegnanti, dirigenti, personale Ata), in una condizione così drammatica per tutto il Paese,  sono impegnati per mantenere viva la relazione educativa e il ruolo della scuola pubblica. Dedichiamo a loro queste pillole di formazione a distanza. Un contributo a un impegno inedito e difficile, un modo della nostra Associazione di essere parte di quel mondo della scuola e della formazione che non si ferma.

Pillole di formazione con al centro i nostri valori di riferimento per una scuola democratica, aperta, inclusiva.

 A noi interessa comprendere, capire, approfondire: quali cambiamenti nel profondo si stanno determinando nel mondo della scuola alle prese con una vicenda così drammatica? Quali nuove relazioni tra persone sono state sperimentate? Come si è ridefinita la relazione didattica e come è stata vissuta, da docenti e studenti? E l’organizzazione del servizio, quali nuove sfide ha posto ai dirigenti e a tutto il personale della scuola? Come sono state vissute le prime esperienze di apprendimento e messa in opera di nuove tecnologie?

La rubrica “Vicini alla scuola”, da poco inaugurata sul nostro sito, si propone di ascoltare, raccogliere testimonianze e materiali. Per capire; la scuola, come del resto l’intero Paese, dopo questa drammatica vicenda non sarà più la stessa.

Inauguriamo questa nuova rubrica con un video di breve durata che mi è stato inviato dalla nonna di un bambino di 5 anni che riprende con lo smartphone il lavoro che ha fatto (a proposito di stare a casa, come faresti la tua casa) e lo racconta alle maestre di Scuola dell'Infanzia collegate via whatsapp. Quanta fantasia, creatività, linguaggio, affettività ha scatenato il gesto più semplice delle maestre: una telefonata al bambino che è casa.

A seguire, dopo i primi tre filmati del prof. Franceschini, alcuni primi interventi per una riflessione approfondita sulla DaD e sui mutamenti indotti da questa drammatica vicenda; un tema che farà discutere a lungo il mondo della scuola con evidenti risvolti politici, culturali, professionali. Una tribuna aperta per contribuire a una ricerca che coinvolge anche la nostra Associazione.

Un ringraziamento al prof. Giuliano Franceschini che insegna Didattica generale e Pedagogia speciale all’Università di Firenze e che ha curato, insieme ad altri suoi colleghi, i contributi che vengono gratuitamente messi a disposizione di tutti. Un grazie infine, a tutti gli autori degli articoli, note, commenti, che pubblichiamo. A tutti un caldo invito a scriverci.

Per info, per inviare un intervento o materiale utile alla rubrica: viciniallascuola@proteofaresapere.it

                                                                                                   Dario Missaglia
                                                                                                       Presidente nazionale Proteo

Top