Menu

> Notizie > Carta del docente: Proteo Fare Sapere si conferma soggetto qualificato ad erogare formazione al personale scolastico

Notizie

17 Novembre 2016

Carta del docente: Proteo Fare Sapere si conferma soggetto qualificato ad erogare formazione al personale scolastico

Il Miur ha pubblicato gli elenchi relativi agli enti di formazione e ai corsi riconosciuti a livelli nazionale.

Proteo Fare Sapere si conferma soggetto qualificato ad erogare formazione al personale scolastico ed è inserito come ente esercente sul sito cartadocente.istruzione.it

Come utilizzare la carta docente e ottenere l'identità digitale SPID 

Il 12 novembre 2016, il Ministero dell’Istruzione ha pubblicato sul proprio sito la notizia relativa alla Carta del docente, il cosiddetto “bonus 500 euro per l’aggiornamento e la formazione” che anche nell’anno scolastico 2016/2017 verrà corrisposto ai docenti di ruolo per spese e servizi che rientrano nelle categorie previste dal DPCM 23 settembre 2015, in applicazione della legge 107/15. 

Vai allo speciale 

In sintesi:

  • acquisto di pubblicazioni e di riviste utili all’aggiornamento professionale;

  • acquisto di hardware e software;

  • iscrizione a corsi per attività di aggiornamento e di qualificazione delle competenze professionali, svolti da enti accreditati presso il MIUR, a corsi di laurea, laurea magistrale, specialistica o a ciclo unico, inerenti al profilo professionale;

  • rappresentazioni teatrali e cinematografiche;

  • ingresso a musei, mostre ed eventi culturali e spettacoli dal vivo;

  • iniziative coerenti con le attività individuate nell'ambito del piano triennale dell'offerta formativa delle scuole del Piano nazionale di formazione.

  • i 500 euro per l’anno scolastico 2016/2017 diversamente da prima, non sono erogati sul cedolino in modo diretto, ma saranno assegnati attraverso l’applicazione web “Carta del Docente”, che sarà disponibile ai docenti all’indirizzo cartadeldocente.istruzione.it a partire dal 30 novembre 2016;

  • per registrarsi sull’applicazione e utilizzare la “Carta del Docente” è necessario ottenere l’identità digitale SPID. E’ già possibile richiedere le credenziali SPID presso uno dei gestori accreditati (http://www.spid.gov.it/richiedi-spid); 

  • attraverso l’applicazione, a partire dal 30 novembre 2016, ogni docente potrà generare dei “Buoni di spesa” per l’acquisto, presso gli esercenti ed enti accreditati, di prodotti editoriali, corsi di formazione, convegni e altri servizi che rientrano nelle categorie previste dalla legge;

  • i buoni di spesa generati dai docenti daranno diritto ad ottenere il bene o il servizio presso gli esercenti o gli enti di formazione registrati con la semplice esibizione su smartphone o tablet. La stampa sarà ovviamente possibile, ma non necessaria.

  • le somme eventualmente già spese dal 1° settembre al 30 novembre 2016 dovranno essere registrate attraverso l’applicazione web e saranno erogate, a seguito di specifica rendicontazione, dalle scuole di appartenenza.

  • i 500 euro della Carta del Docente potranno essere spesi in qualunque momento, durante tutto il corso dell’anno scolastico.

Come ottenere l’identità digitale SPID 

È stato inoltre chiarito dal MIUR che le somme eventualmente spese, dal 1 settembre 2016 al 30 novembre, saranno rimborsate a seguito di specifica rendicontazione e previo registrazione sulla piattaforma digitale.

La tardiva comunicazione dell’amministrazione sul tema della Carta del Docente appare ancora incompleta, viste le novità introdotte e l’impegnativo iter di accesso; è utile ricordare che il sopracitato DPCM prevedeva l’assegnazione di una Card personale elettronica, sulla quale erano concentrate le attese degli interessati da almeno un paio di mesi.

Durante la riunione del Consiglio dei Ministri del 9 novembre scorso è stata preannunciata anche l’adozione del decreto ministeriale relativo al Piano Nazionale di Formazione previsto dal comma 124 della legge 107/15.

Scarica il Piano Nazionale di Formazione

Top