Menu

> Europanews > Europanews n°4/giugno-settembre 2021

Europanews

12 Ottobre 2021

Europanews n°4/giugno-settembre 2021

Documenti e rapporti

CULT - Parlamento Europeo
Implementation of citizenship education actions in the EU (EN)
Lo studio, presentato dall'autore - Prof. Wiel Veugelers dell'Università di Utrecht, inizia con una panoramica del quadro politico dell'UE per l'educazione alla cittadinanza. Nella sua seconda parte, la valutazione d'impatto europea delinea azioni nel campo dell'educazione alla cittadinanza sostenute dai programmi di finanziamento dell'UE, in particolare i programmi Erasmus+ e Horizon 2020. Presenta inoltre politiche e pratiche di educazione alla cittadinanza in 10 Stati membri dell'UE e formula raccomandazioni politiche per il rapporto di attuazione della commissione CULT sullo stesso argomento.

Presentation Research paper European Parliament September 27, 2021, (EN) di Wiel Veugelers, professor of Education at the University of Humanistic Studies in Utrecht.

Education and Youth in Post-COVID-19 Europe (EN)
Lo studio dimostra come la pandemia COVID-19 abbia posto sfide senza precedenti ai sistemi dell'istruzione e del mondo giovanile, rivelando la mancanza di preparazione in termini di gestione delle crisi e di risposte all'educazione digitale, nonché rafforzando le debolezze strutturali della fornitura di istruzione. Sono state proposte raccomandazioni per un'azione vigorosa a livello UE volta a promuovere una maggiore resilienza del settore dell'istruzione e della gioventù in Europa.

FLC CGIL
Il Congresso Europeo di ETUCE approva quattro risoluzioni fondamentali: digitalizzazione, inclusione, cambiamento climatico e il futuro di università e ricerca (IT)

Documenti del congresso (EN)

Eurydice
Tempo di istruzione annuale raccomandato nell'istruzione obbligatoria a tempo pieno in Europa 2020/21 (IT)
Il rapporto analizza il tempo minimo di istruzione raccomandato nell'istruzione generale obbligatoria a tempo pieno in 37 paesi europei. I dati si riferiscono ai requisiti minimi per il curriculum obbligatorio fissati dalle autorità competenti di 39 sistemi di istruzione per l'anno 2020/21. Particolare attenzione è rivolta a quattro aree tematiche principali: lettura, scrittura e letteratura; matematica; scienze naturali; studi sociali. L'analisi mostra che l'orario minimo annuale di istruzione tende ad aumentare con il livello di istruzione e le differenze tra i paesi diventano meno significative. A livello primario, la maggior parte dei paesi si concentra sulla lettura, la scrittura e la letteratura (circa il 25% del tempo totale di istruzione), mentre nell'istruzione secondaria l'insegnamento della matematica e delle scienze naturali diventa altrettanto importante. Il rapporto identifica anche i principali cambiamenti nel tempo totale di istruzione che si sono verificati nell'ultimo anno, soprattutto a causa della pandemia di COVID-19. Oltre all'analisi comparativa, il rapporto include diagrammi nazionali che illustrano i dati per paese e per argomento, raccolti congiuntamente dalle reti Eurydice e NESLI dell'OCSE.

OCSE Education
Education at a Glance 2021 (EN)
L’annuale rapporto dà accesso ai dati più recenti attraverso grafici interattivi e fornisce messaggi chiave sulle principali questioni che interessano studenti, insegnanti, genitori e responsabili politici. Gli indicatori forniscono dati sulla struttura, le finanze e le prestazioni dei sistemi educativi nei paesi OCSE e in una serie
di economie partner. Indicatori per tema

Utilizzo delle tecnologie digitali per la prima educazione durante il COVID-19 (EN)
Rapporto dell'OCSE per il gruppo di lavoro sull'istruzione del G20 2020. Le tecnologie digitali sono sempre più presenti nella vita dei bambini piccoli. In che modo i sistemi di istruzione precoce possono ottenere il meglio dalla digitalizzazione riducendo al minimo i suoi rischi? Ciò è particolarmente urgente in quanto la pandemia di COVID-19 ha accelerato la nostra dipendenza dagli strumenti digitali, strumenti che hanno consentito anche ai bambini piccoli di continuare a imparare durante la chiusura delle scuole. È in questo contesto che l'OCSE ha condotto un'indagine su 34 paesi e giurisdizioni, indagando in che modo le tecnologie digitali sono state utilizzate per fornire istruzione a distanza ai bambini piccoli nel 2020, quali sfide sono sorte e quali cambiamenti politici sono in programma per l'istruzione precoce.

Oltre l'apprendimento accademico. Primi risultati dell'indagine sulle abilità sociali ed emotive (EN)
L'indagine dell'OCSE sulle abilità sociali ed emotive (SSES) è uno dei primi sforzi internazionali per raccogliere dati da studenti, genitori e insegnanti sulle abilità sociali ed emotive degli studenti di età compresa tra 10 e 15 anni. Questo rapporto presenta i primi risultati di questa indagine. Descrive le abilità sociali ed emotive degli studenti e il modo in cui si relazionano con l'individuo, la famiglia, la scuola. Esamina anche la politica più ampia e i contesti socio-economici relativi a queste abilità e fa luce sui modi per aiutare i leader dell'istruzione e i responsabili politici a monitorare e promuovere le abilità sociali ed emotive degli studenti.

Government at a Glance 2021 (EN)
L'edizione 2021 include indicatori di input su finanza pubblica e occupazione; gli indicatori di processo includono dati su istituzioni, pratiche di budgeting, gestione delle risorse umane, governance normativa, appalti pubblici, governance delle infrastrutture, integrità del settore pubblico, governo aperto e governo digitale.

Sostenere interazioni significative nell'educazione e nella cura della prima infanzia (EN)
L'apprendimento, lo sviluppo e il benessere dei bambini sono direttamente influenzati dalle loro interazioni quotidiane con altri bambini, adulti, le loro famiglie e l'ambiente che li circonda. Questo processo interattivo è noto come "qualità del processo" e porta a una domanda chiave: quali politiche stabiliscono le condizioni migliori affinché i bambini possano sperimentare interazioni di alta qualità nelle strutture di educazione e cura della prima infanzia (ECEC)? Il rapporto discute cinque principali leve politiche e il loro effetto sulla qualità dei processi, concentrandosi in particolare su curricula e pedagogia e sullo sviluppo della forza lavoro. Presenta indicatori che coprono 26 paesi e giurisdizioni, 56 diversi quadri curriculari e più di 120 diversi tipi di strutture ECEC.

Accesso e costo dell'istruzione e dei servizi sanitari - Preparare le regioni per il cambiamento demografico (EN)
Le attuali tendenze demografiche e la pandemia COVID-19 rafforzano la necessità di fornire un servizio pubblico efficiente, garantendo al contempo un buon accesso a tutti. Il declino della popolazione e l'invecchiamento nelle regioni rurali influiscono sulla fornitura di servizi attraverso minori economie di scala e di scopo, carenze professionali e distanze maggiori. Stime attendibili dei costi e degli accessi derivanti dalle differenze demografiche e geografiche possono aiutare ad adattare l'erogazione dei servizi alle diverse realtà territoriali. Questo rapporto fornisce stime attuali e future comparabili a livello internazionale del costo e dell'accesso fisico all'istruzione (primaria e secondaria) e ai servizi sanitari (cardiologia, maternità e ostetricia) nei paesi europei.

Implicazioni della pandemia di COVID-19 per l'istruzione e la formazione professionale (EN)
Le chiusure scolastiche diffuse hanno colpito oltre un miliardo di studenti durante il primo anno della pandemia di COVID-19. Il settore dell'istruzione e della formazione professionale (IFP) ha dovuto affrontare sfide particolari durante la crisi, in particolare il fatto che gli ambienti di apprendimento digitale su cui la maggior parte degli istituti di istruzione ha dovuto fare affidamento durante le chiusure non funzionano altrettanto bene per l'apprendimento orientato alla pratica come fanno per l'apprendimento accademico. Questo rapporto esamina le statistiche comparative e le informazioni politiche raccolte dall'OCSE attraverso una serie di sistemi educativi per monitorare l'impatto della pandemia sul settore dell'IFP.

Studi e ricerche

Etuce
Progetto Scuole Inclusive e Giornata Mondiale degli Insegnanti- “Education Trade Unions and Inclusive Schools: Embracing Diversity in Education” (EN)

EERJ - European Educational Research Journal
Numero speciale: L'istruzione in Europa e la pandemia di COVID-19 (EN)

Nature 595 (EN - IT)
COVID e scuole: le prove per riaprire in sicurezza di Cassandra Willyard

Il COVID diventerà una malattia dei giovani?, di Smiriti Mallaparty

IUL Research
V. 2 N. 3 (2021): Ambienti sociali di apprendimento sostenuti dalle tecnologie digitali, sviluppo delle competenze e nuovi profili dei formatori (IT)
L’esplosione della pandemia COVID-19 ha stravolto le vite di ognuno di noi modificando abitudini, stili di vita e comportamenti. Le tecnologie digitali hanno avuto un ruolo centrale nel corso del primo lockdown e continuano a rivestire un ruolo fondamentale anche nelle attuali fasi di convivenza con il virus. Le tecnologie digitali hanno permesso, e garantiscono ancora oggi, la prosecuzione di molte attività sociali, lavorative ed educative. All’interno di questo numero di IUL Research trovano spazio numerosi contributi di carattere nazionale e internazionale che offrono una panoramica sul ruolo delle tecnologie nei diversi ambiti della vita e in particolare all’interno del mondo educativo, scolastico e universitario.

Dibattito e interventi

Unesco
Non ci sarà ripresa senza insegnanti responsabili, motivati ed efficaci (IT), di Stefania Giannini (UNESCO), Robert Jenkins (UNICEF), Jaime Saavedra (Gruppo Banca Mondiale)

Le Monde
La scienza francese a rischio di cancellazione (FR), di Jérôme Fenoglio, direttore de "Le Monde"

Deutsches-schulportal
Come si preparano le scuole per il nuovo anno scolastico (DE)

"Le scuole estive non possono essere terapia occupazionale" (DE), intervista a Klaus Zierer, coordinatore del progetto “Brückenwerk” e professore di educazione scolastica all'Università di Augusta

El diario dela educacion
Joan-Carles Mèlich: "La parola educazione ha a che fare con una relazione esistenziale e perché ciò avvenga ci deve essere il faccia a faccia, il volto, la pelle, l'odore" (ES)

Pilar Benejam: "Chi non crede nella formazione degli insegnanti non crede nella democrazia" (ES)


Persone vettore creata da freepik - it.freepik.com
Top