Menu

> Europanews > Europanews n°3/ aprile-maggio 2021

Europanews

07 Giugno 2021

Europanews n°3/ aprile-maggio 2021

Documenti e rapporti

Parlamento Europeo
Risoluzione del Parlamento: intelligenza artificiale nell'istruzione (EN)

CULT Commissione Parlamento Europeo
I deputati approvano 2,5 miliardi di euro in investimenti UE per la cultura (EN)

Ocse Education
Adattare il curriculum per colmare i divari di equità. Verso un curriculum inclusivo (EN)
Per la prima volta, il progetto OCSE Future of Education and Skills 2030 ha condotto analisi complete del curriculum attraverso la co-creazione di nuove conoscenze con un'ampia gamma di parti interessate, tra cui responsabili politici, esperti accademici, dirigenti scolastici, insegnanti, ONG, altre parti sociali e, soprattutto, studenti. Questo rapporto è uno dei sei che presentano le prime analisi comparative sul curriculum, riassumendo la letteratura esistente, elencando le sfide e le strategie segnalate dai paesi e suggerendo le lezioni apprese dalle conseguenze indesiderate che i paesi hanno sperimentato con le loro riforme curriculari. Questo rapporto dà uno sguardo pragmatico all'uguaglianza, all'equità e all'inclusione nel curriculum. Esamina il modo in cui il curriculum può essere adattato per soddisfare le esigenze specifiche degli studenti e presenta una serie di strategie che i paesi utilizzano per progettare il curriculum, in modo che nessuno studente venga lasciato indietro.

Lettori del 21° secolo Sviluppare abilità di alfabetizzazione in un mondo digitale (EN)
Il rapporto dei lettori di PISA del 21° secolo rivela che l'accesso degli studenti alle tecnologie digitali e la formazione su come usarle variano notevolmente a seconda dei paesi e dei profili socioeconomici degli studenti. Questo rapporto esplora come gli studenti di 15 anni stanno sviluppando capacità di lettura per navigare nel 21° secolo ricco di tecnologia. Fa luce sui potenziali modi per rafforzare la capacità degli studenti di navigare nel nuovo mondo dell'informazione. Sottolinea come i paesi devono raddoppiare i loro sforzi per combattere i divari digitali emergenti. Esplora anche ciò che gli insegnanti possono fare per aiutare gli studenti a superare l'ambiguità e gestire la complessità.

Insegnanti e leader nell'istruzione e formazione professionale (EN)
Questo rapporto colma il divario di conoscenze su insegnanti e dirigenti dell'IFP, e produce nuove informazioni su quali strategie e politiche possono aiutare a sviluppare e mantenere una forza lavoro ben preparata. Ingrandisce la carenza di insegnanti IFP; strategie per attrarre e trattenere gli insegnanti; opportunità di formazione iniziale e sviluppo professionale per gli insegnanti; l'uso di tecnologie innovative e strategie pedagogiche; e l'importante ruolo dei leader istituzionali e delle strategie per prepararli e sostenerli meglio.

Una mentalità di crescita può aiutare gli studenti svantaggiati a colmare il divario? (EN)
Perché certi studenti prosperano di fronte alle avversità mentre altri languiscono? Nella teoria del mindset, la mentalità di crescita è contraria alla mentalità fissa, e potrebbe spiegare perché alcune persone realizzano il loro potenziale e altre no. Con la pandemia di COVID che si trascina, avere una mentalità di crescita può essere ancora più critico. Per gli studenti che sono in grado di impostare i propri obiettivi di apprendimento, elaborare strategie di apprendimento, e padroneggiare i loro progressi, l'esperienza dirompente della chiusura della scuola può essere arricchente. Per gli studenti che sono abituati ad essere guidati nel loro apprendimento, l'esperienza può essere devastante. Questo PISA in Focus analizza come la mentalità di crescita sia correlata al rendimento e al benessere degli studenti di 15 anni e alle sue potenziali implicazioni in termini di equità.

I quindicenni sono preparati ad affrontare notizie false e disinformazione? (EN)
Le tecnologie digitali hanno cambiato il modo in cui le persone interagiscono con le informazioni. I dati PISA mostrano che i quindicenni leggono sempre più online per soddisfare le esigenze di informazione (ad esempio, notizie in linea rispetto ai giornali). Allo stesso tempo, i cambiamenti tecnologici nella digitalizzazione della comunicazione continuano a rimodellare le abitudini delle persone (ad es. Chat online contro e-mail). Il consumo online totale dei quindicenni è passato da 21 ore settimanali in PISA 2012 a 35 ore settimanali in PISA 2018, quasi l'equivalente di una settimana lavorativa media di un adulto nei paesi OCSE. L'enorme flusso di informazioni che caratterizza l'era digitale richiede che i lettori siano in grado di distinguere tra fatti e opinioni e apprendere strategie per rilevare informazioni distorte e contenuti dannosi come e-mail di phishing o notizie false.

Unesco
International Standard Classification of Education (ISCED) (EN)
Visualizzazione dei sistemi educativi in tutto il mondo

Imparare per il nostro pianeta. Una revisione globale di come le questioni ambientali sono integrate nell'istruzione (EN)

Un anno in COVID: dare priorità al recupero dell’istruzione per evitare una catastrofe generazionale (EN)

Studi e ricerche

CULT Commissione Parlamento Europeo
Istruzione e gioventù nell'Europa post-COVID-19: effetti della crisi e raccomandazioni politiche (EN)
Questo studio dimostra che la pandemia COVID-19 ha posto sfide senza precedenti e multidimensionali ai sistemi di istruzione e al settore giovanile, rivelando la mancanza di preparazione in termini di gestione delle crisi e di risposte all'educazione digitale, nonché il rafforzamento delle debolezze strutturali dell’istruzione. Dato che vari settori dell'istruzione e del settore giovanile hanno affrontato sfide distinte, vi sono preziosi insegnamenti da trarre dalle risposte politiche e dalle migliori pratiche in tutta Europa. L'obiettivo comune dovrebbe essere quello di costruire sistemi di istruzione più resilienti, che rispondano e si adattino alle crisi future.

Education International (EN)
Commercializzazione e privatizzazione nel/dell'istruzione nel contesto del Covid-19

Privatizzazione pandemica nell'istruzione superiore: Edtech & University Reform

Retorica o cambio di gioco: il dialogo sociale e le relazioni industriali nell'istruzione tra la governance dell'UE e la privatizzazione in Europa

Inapp
Come il background familiare influenzi le possibilità di successo in Italia (EN)
In questo articolo si esplorano i canali tramite i quali il background familiare determina le opportunità educative e sociali di un individuo in Italia. L’ analisi si basa su un ricco set di dati che contiene informazioni sia sugli individui che sui loro genitori, nonché informazioni sulle capacità non cognitive degli individui. Questo lavoro rappresenta anche il primo tentativo di valutare se e in quale misura i tratti della personalità influenzano le opportunità educative e lavorative in Italia e come interagiscono con il contesto familiare. I risultati evidenziano che nel determinare le opportunità educative e sociali degli individui il livello di istruzione dei genitori è più rilevante rispetto al livello delle loro abilità professionali. I risultati mostrano un mercato del lavoro duale e disuguale.

Dibattito e interventi

Deutsches-schulportal
Non hai imparato nulla nell'apprendimento a distanza? (DE), di Werner Klein, autore e pedagogista

El diario de la educacion (ES)
La scuola di cui abbiamo bisogno, di Santiago Alvarez Cantalapiedra, direttore dell'Area Ecosociale di FUHEM e della rivista Papeles de Relaciones Ecosociales y Cambio Global

L'avventura della conoscenza, di Mercedes Lopez Perez

Educational International (EN)
"Impegno per il dialogo sociale nell'istruzione nell'Unione europea: retorica o punto di svolta?", di Tore Bernt Sorensen, Emiliano Grimaldi e Tomasz Gajderowicz

"Su Edtech, il bene pubblico e la democrazia", di David Edwards

Ocse Education (EN)
Ripetere l'anno scolastico non è la risposta alle perdite di apprendimento COVID, di Andreas Schleicher, direttore, Direzione dell'istruzione e delle competenze dell'OCSE

Lo stato dell'istruzione - un anno in COVID, di Andreas Schleicher, direttore, Direzione dell'istruzione e delle competenze dell'OCSE

Recherchers en éducation
Educazione inclusiva nel contesto della diversità etnoculturale: comprendere i processi di esclusione per agire sul territorio scolastico (FR)

Unesco (EN)
Non dimenticare quelli che non erano a scuola prima della pandemia

L'UNESCO esorta a rendere l'educazione ambientale una componente fondamentale del curriculum in tutti i paesi entro il 2025

Secondo il rapporto dell'UNESCO, oltre la metà degli studenti LGBTQI in Europa è stata vittima di bullismo a scuola


Foto creata da kaboompics - it.freepik.com/foto/affari
Top