Menu

> Europanews > EuropaNews n° 1/2021 dicembre-gennaio

Europanews

09 Febbraio 2021

EuropaNews n° 1/2021 dicembre-gennaio

Documenti e rapporti

Parlamento Europeo
Il futuro dell'educazione Europea nel contesto del COVID-19, risoluzione adottata il 22 ottobre 2020

Commissione Europea CULT
Terzo vertice europeo sull'istruzione: trasformazione dell'istruzione digitale
Il terzo vertice europeo sull'istruzione ha dato l'opportunità alle parti interessate, compresi i ministri dell'istruzione nazionali, i membri del Parlamento europeo (MEP) e i rappresentanti dell'ecosistema dell'istruzione e della formazione, di riunirsi online per: discutere la trasformazione digitale dei sistemi educativi europei nel contesto del recupero COVID-19; scambiare esperienze e migliori pratiche per mitigare gli effetti del COVID-19 sull'offerta di istruzione e formazione; fornire feedback sulla visione della Commissione di creare uno spazio europeo dell'istruzione entro il 2025 e di attuare il piano d'azione per l'istruzione digitale.
A questo link è possibile rivedere tutte le sessioni e gli interventi del vertice.

Eurydice
Sistemi di istruzione e formazione in Europa
Quali politiche per prevenire l’abbandono precoce dell’istruzione? Come si misura l’occupabilità dei diplomati? Quali misure favoriscono l’offerta di un’educazione della prima infanzia di alta qualità? A queste e a molte altre domande dà risposta un nuovo rapporto della rete Eurydice, attraverso 35 indicatori strutturali relativi a sei ambiti: educazione e cura della prima infanzia, risultati nelle competenze di base, abbandono precoce dei percorsi di istruzione e formazione, istruzione superiore, occupabilità dei laureati e mobilità per l’apprendimento. Il nuovo rapporto inoltre offre anche una serie di informazioni sulle riforme che, a partire dal 2015, sono state messe in campo nei sistemi di istruzione e formazione di tutta Europa per permettere di raggiungere gli obiettivi previsti entro la fine del 2020.

National Student Fee and Support Systems in European Higher Education – 2020/21
Questo rapporto presenta una panoramica comparativa sulle principali caratteristiche dei sistemi nazionali di tassazione e di sostegno finanziario per gli studenti dell’istruzione superiore in Europa nell’anno accademico 2020/21. Esso offre al lettore informazioni su quali paesi impongono il pagamento di tasse agli studenti, quali studenti devono pagarle e sui relativi importi. Prende inoltre in esame quali sono gli strumenti di supporto finanziario pubblico a disposizione degli studenti, compresi borse di studio e prestiti, nonché delle loro famiglie, sotto forma di agevolazioni fiscali per i genitori e di assegni familiari.

Tasse e supporto finanziario agli studenti dell’istruzione superiore: l’impegno dei paesi europei per agevolare l’accesso e il completamento degli studi

IEA
I risultati di IEA TIMSS 2019
L’Indagine TIMSS – Trends in International Mathematics and Science Study – della IEA misura la Competenza in Matematica e la Competenza in Scienze, Tecnologie e Ingegneria (competenze STEM) degli studenti del quarto anno della scuola primaria e della terza media, cioè dei gradi 4 e 8. All’Indagine IEA TIMSS 2019 hanno preso parte 64 Paesi e 8 entità subnazionali, i benchmarking participants. La ricerca si svolge ogni quattro anni a partire dal 1995 e la prossima edizione, la settima, è prevista per il 2023.

Sintesi dei risultati IEA TIMSS 2019

IEA INSIDERS
L’annuale pubblicazione IEA Insider contiene punti salienti su studi IEA, progetti nazionali e internazionali, servizi, pubblicazioni, aggiornamenti organizzativi dell’ Associazione internazionale per la valutazione del rendimento scolastico.

Pensiero computazionale, divari socioeconomici e implicazioni politiche
I dati IEA ICILS 2018 vengono utilizzati per confrontare il divario socioeconomico in computer and information literacy (CIL) con quello corrispondente nel pensiero computazionale (CT). I risultati mostrano costantemente che gli studenti provenienti da contesti meno avvantaggiati hanno livelli di competenze inferiori rispetto a quelli provenienti da contesti più avvantaggiati in entrambe le aree, ma soprattutto in CT.

OCSE Education
Lezioni per l'istruzione da COVID-19. Un manuale per i responsabili delle politiche per sistemi più resilienti
Questo manuale presenta la situazione attuale in oltre 40 sistemi educativi e gli sforzi per migliorare le pratiche pedagogiche nel mezzo della pandemia. Propone tre lezioni chiave e le relative indicazioni politiche per l'attuale trimestre accademico e oltre. Attingendo a esempi concreti di risposte politiche COVID-19 dalla scuola primaria a quella terziaria, oltre a politiche di impatto pre-crisi, affronta le aree politiche dell'apprendimento flessibile, delle abilità dell'educatore e dell'equità degli studenti.
Il Manuale è stato preparato con le prove del Serie Education Policy Outlook - l'osservatorio analitico dell'OCSE sulla politica dell'istruzione. In quanto tale, beneficia di un decennio di analisi delle politiche, dei risultati dei dialoghi di riforma delle politiche educative 2020 e dello sviluppo di un quadro attuabile per la reattività e la resilienza nell'istruzione.

Valutazione su larga scala nell’istruzione
Il monitoraggio precoce influisce sulle disuguaglianze di apprendimento? Rivisitazione delle strategie di modellazione della differenza nelle differenze con valutazioni internazionali

Unesco
I dati dell'UNESCO mostrano due terzi di un anno accademico perso in media nel mondo a causa della chiusura delle scuole COVID-19
Rapporto Diritto all’istruzione preprimaria: uno studio globale
Il rapporto mostra che le disposizioni legali per l'istruzione preprimaria gratuita e obbligatoria mancano in 2/3 dei paesi del mondo. Dei 193 paesi esaminati in questo studio, 63 paesi hanno adottato disposizioni legali per l'istruzione preprimaria gratuita e 51 paesi hanno adottato l'istruzione preprimaria come livello obbligatorio nei quadri giuridici nazionali.
Linee guida per rafforzare il diritto all'istruzione nei quadri nazionali

Unesco Gem
Quanto si è impegnato? Sbloccare finanziamenti per l'equità nell'istruzione
Il Framework for Action di Education 2030 ha fatto appello ai paesi affinché spendessero almeno il 4% del loro prodotto interno lordo per l'istruzione. Se i paesi devono raggiungere l'obiettivo di un'istruzione inclusiva ed equa entro il 2030, devono spendere i loro bilanci, a prescindere dal loro livello, in modo da perseguire attivamente questi obiettivi di inclusione e di equità. Questo documento discute quattro categorie di politiche di finanziamento che possono sostenere tali obiettivi azionari a seconda di quanto sono completi, di quanto è mirata la loro copertura e di quanto denaro stanziano. La mappatura delle politiche e dei programmi di 78 paesi in tutto il mondo mostra che circa 1 su 5 dimostra un forte livello di impegno per l'equità nell'istruzione attraverso questi diversi meccanismi.

Studi e ricerche

OCSE
Uno sguardo approfondito all'insegnamento
Risultati dello studio video Global Teaching InSights

Eurostat
Annuario regionale - Capitolo Istruzione e formazione
Regioni in Europa Statistiche visualizzate- Capitolo Istruzione e formazione

ETUCE
"Abbracciare la diversità nell'istruzione"
Lo studio condotto per ETUCE da Dominique Danau (SAGO Research) si basa sulla ricerca documentale di vari sistemi educativi inclusivi nella regione europea e un sondaggio online tra le organizzazioni membri di ETUCE con intervistati provenienti da 60 sindacati in 38 paesi diversi. Come supplemento al rapporto di ricerca, nel 2021 sarà pubblicato un Catalogo delle buone pratiche sulla costruzione e il mantenimento di ambienti di apprendimento inclusivi in ​​vari contesti nazionali e locali.

Dibattito

Epale Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa
Community Conference 2020
Materiali della conferenza della comunità Epale 6-8 ottobre 2020

International Review of Education - Journal of Lifelong Learning
Volume 66, numero 5-6, dicembre 2020
Numero speciale sull'istruzione nell'età di COVID-19: Comprensione delle conseguenze

OCSE
Verde a quindici anni: cosa possono fare le scuole per sostenere il clima
Sicurezza dei bambini nell'era digitale: come i sistemi educativi possono aiutare

Libération
Per un ritorno immediato in presenza nelle università

Rivista Internazionale di Educazione di Sèvres, n° 85
A cosa serve la ricerca educativa? di Jean-Marie De Ketele
Ridurre il divario digitale tra uomini e donne attraverso l'istruzione di Helene Beaucher

REE Recherches en education - rivista dell’Università di Nantes
Una caratterizzazione degli indicatori sviluppati nell'attività. Prospettive semiotiche sulla formazione professionale di Christian Dépret e Lucile Vadcard

Unesco Gem
È ora di lanciare il pacchetto di recupero dell'istruzione di Stefania Giannini, vicedirettore generale dell'Istruzione, UNESCO
COVID-19 ha spinto i paesi a modificare e ripensare i finanziamenti per l'equità nell'istruzione

cafepedagogique.net
Dobbiamo mettere la tecnologia digitale a portata di mano? di Bruno Devauchelle

deutsches-schulportal.de
Perché le scuole sono così insoddisfatte della politica educativa
Coronavirus: spinta all'innovazione per il sistema educativo? di Michael Schratz, decano fondatore di Scuola di educazione presso l'Università di Innsbruck

eldiariodelaeducacion.com
Il rischio di creare una società stratificata per origini se non si affronta l'abbandono scolastico 


Foto creata da wirestock - it.freepik.com/foto/astratto

Top