Menu

> Corsi > Corsi in programma > Archivio Corsi > La “valutazione mite”. Dai voti ai giudizi descrittivi per una valutazione formativa efficace

Corsi

La “valutazione mite”. Dai voti ai giudizi descrittivi per una valutazione formativa efficace

Dall'8 al 29 aprile 2021 l’Associazione Proteo Fare Sapere, in collaborazione con la FLC Cgil di Verona, organizza il ciclo di TRE incontri di formazione

La “valutazione mite” 
Dai voti ai giudizi descrittivi per una valutazione formativa efficace

Gli incontri formativi in videoconferenza, della durata di 9 ore, si svolgeranno dall'8 al 29 aprile 2021, dalle ore 16.30 alle ore 19.30, con modalità di ricerca-azione e sono riservati ai docenti della scuola primaria e secondaria.

Premessa
L'abolizione dei voti a seguito dell’OM 172/2020, necessita di un'innovazione pedagogica che metta al centro la valutazione formativa come strumento di miglioramento della didattica e degli apprendimenti. In tal senso i giudizi descrittivi sono solo una parte di un processo di valutazione che va ripensato nei suoi significati.

La proposta di seguito descritta riprende alcuni temi importanti del processo valutativo con l’obiettivo di far riflettere i docenti partecipanti sulle proprie pratiche e scelte didattiche.

Temi e argomenti
1. FONDAMENTI DEL VALUTARE
- Il primo contatto: conoscere? capire? Buone prassi di conoscenza tra i rischi Candy Candy o signorina Rottermaier.
- Psicologia valutativa dell'adulto / psicologia valutativa del bambino.
- La docimologia possibile: dal modello nomotetico (es. test) a quello interpretativo (Dewey).
- La bellezza del cambiare opinione nel percorso.
- Il "rinforzo" come valutazione formativa.
- La zona di sviluppo prossimale di Vigotsky.
2. LA VALUTAZIONE COME RELAZIONE
- Il rapporto valutativo insegnante – genitore.
- Deontologia del valutare.
- Pedagogia dell'errore.
- Stili di report comunicativi, dalla "verità" alla "bugia" formativa.
- L'autovalutazione come rinforzo.
- L'insegnamento come percorso circolare: la reflection in act e la reflection on act.
3. IL GIUDIZIO DESCRITTIVO
- Descrizione di che? risultato o processo?
- La questione dei descrittori disciplinari.
- Descrittori uguali per tutti o diversi per tutti?
- Il dilemma dei "livelli".
- La questione degli alunni con disabilità e BES.
- La descrizione come orizzonte cui tendere e non linea su cui fermarsi.
- La valutazione come complessità: comunità educante o individualità docente?
- Descrizione espressiva o para-misurativa?

Docente
Raffaele Iosa, già dirigente scolastico e ispettore tecnico. Componente del Comitato Tecnico Scientifico Nazionale di Proteo Fare Sapere.

Modalità di iscrizione
È necessario compilare il form cliccando su questo link: https://forms.gle/NubnCJnCTcxPdP6Q6

Per le caratteristiche del corso gli iscritti non potranno essere più di 30/35.
In considerazione dell’importanza della tematica, gli incontri vengono aperti anche ai docenti della secondaria.
Si darà la precedenza a gruppi di 3/4 docenti provenienti dallo stesso istituto.

Costi
La quota d’iscrizione è di 40 € per i non iscritti alla FLC CGIL e di 30 € per gli iscritti alla FLC CGIL ed è comprensiva della quota di iscrizione all'Associazione (10,00 €)

Modalità di pagamento
La quota potrà essere essere versata, dopo il rcevimento della mail di accettazione,  c/c IT13L0891059420010000340302

L’iniziativa, essendo organizzata da soggetto qualificato per l’aggiornamento (DM 08.06.2005 e Direttiva MIUR 170/2016), è automaticamente autorizzata ai sensi degli artt. 64 e 67 CCNL 2006/2009 del Comparto Scuola, con esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi.

Allegati

Top