Menu

> Corsi > Corsi in programma > Archivio Corsi > Nuova valutazione nella scuola primaria. Problemi e proposte

Corsi

Nuova valutazione nella scuola primaria. Problemi e proposte

Il 22 aprile 2021 l'Associazione Proteo Fare Sapere Veneto, in collaborazione con la Fondazione G. E. Ghirardi Onlus, con il patrocinio di Regione del Veneto, la Nuova Provincia di Padova e Città di Piazzola sul Brenta, organizza il seminario

Nuova valutazione nella scuola primaria 
Problemi e proposte

L'incontro si terrà il 22 aprile 2021, dalle 17.00 alle 19.00.
Da quest’anno finalmente la valutazione degli apprendimenti nella scuola primaria non comporta più i voti ma giudizi descrittivi. Le scuole primarie stanno lavorando su questo. È un impegno che poggia sulla professionalità dei docenti e comporta la revisione della progettazione didattica, come recitano le indicazioni nazionali: “La valutazione precede, accompagna e segue i percorsi curricolari. Attiva le azioni da intraprendere, regola quelle avviate, promuove il bilancio critico su quelle condotte a termine. Assume una preminente funzione formativa, di accompagnamento dei processi di apprendimento e di stimolo al miglioramento continuo”.

Programma

Introduzione 
Dino Cavinato, direttore Fondazione G.E. Ghirardi Onlus

Modera
Antonio Giacobbi, presidente Proteo Sapere Veneto

Saluti
Saluto dell'Amministrazione Città Di Piazzola Ssul Brenta
Carmela Palumbo, direttore generale USR - Ufficio Scolastico Regionale Veneto

Relatori
Laura Donà, dirigente tecnico USR Veneto, L’USR e la nuova valutazione nella scuola primaria 
Letizia Adduci, dirigente scolastica I.C. “Gozzi-Olivetti” Torino, Comunicare la valutazione ai genitori
Renata Zanchin, formatrice, docente a contratto di didattica generale Università di Verona, Nuclei tematici, traguardi di competenza, obiettivi di apprendimento: come muoversi?

Conclusioni
Dario Missaglia, presidente nazionale Associazione Proteo Fare Sapere

Link all’evento: https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_sAJog5iBQDSL3M-cMSUTIw

L’iniziativa, essendo organizzata da soggetto qualificato per l’aggiornamento (DM 08.06.2005 e Direttiva MIUR 170/2016), è automaticamente autorizzata ai sensi degli artt. 64 e 67 CCNL 2006/2009 del Comparto Scuola, con esonero dal servizio e con sostituzione ai sensi della normativa sulle supplenze brevi.

Allegati

Top